Dove lo butto? Consigli utili per la raccolta differenziata – Di Bar Papà

Noi non abbiamo ereditato il mondo dai nostri padri, ma lo abbiamo avuto in prestito dai nostri figli e a loro dobbiamo restituirlo migliore di come lo abbiamo trovato

Per questo fare la raccolta differenziata deve essere un obiettivo basilare della nostra quotidianità, per salvare il mondo e lasciarlo migliore di come lo abbiamo trovato.

Molte volte, però, non sappiamo bene cosa fare della nostra spazzatura.

Ce lo chiediamo tutti e spesso la risposta non è scontata: dove lo butto? La raccolta differenziata è spesso fonte di dubbi, complici anche le diverse strategie di riciclo, che possono variare anche da zona a zona nella stessa città. Cosa fare del cartone della pizza della sera prima, dei giocattoli inutilizzati e rotti del figlio ormai cresciuto, o dei fazzoletti sporchi? Dove buttare il polistirolo? Ecco i dubbi più comuni, a cui cerchiamo di dare una risposta.

Dove butto il Tetra Pak?

In caso di dubbi, il Tetra Pak si butta nell’indifferenziata. La grande confusione sullo smaltimento del Tetra Pak (ovvero il contenitore di carta combinata) deriva dal fatto che questo materiale viene smaltito in modo diverso a seconda del Comune di residenza. È bene quindi informarsi se nella propria città è riciclato insieme alla carta o alla plastica, e questo anche se in molti casi, sulle confezioni, si consiglia di buttarlo nell’indifferenziata. Indipendentemente dalla destinazione, il flacone deve essere sciacquato e schiacciato, perché non rimangano residui all’interno.

Dove butto il cartone della pizza? E i bicchieri rotti?

Tratti in inganno dal loro nome, potremmo essere indotti a buttare il cartone della pizza nella carta a i bicchieri di vetro nel vetro; ma non è questo il modo corretto. Infatti, per il primo, lo sporco e unto del cibo comprometterebbe la qualità del riciclo, e per questo motivo i cartoni della pizza vanno gettati nell’indifferenziata. Per quanto riguarda i bicchieri di vetro, bisogna ricordare che la raccolta del vetro è riservata a confezioni e imballaggi: perciò, sì a bottiglie e barattoli, mentre tutto il resto va nell’indifferenziato.

Come smaltire penne, pennarelli e giocattoli nella plastica

Un altro falso amico è il mondo degli oggetti di plastica come penne, pennarelli e altri oggetti di cartoleria o piccoli giocattoli. Il punto è lo stesso: non sono imballaggi, pertanto devono essere gettati nell’indifferenziata. Attenzione però: per i piccoli elettrodomestici è bene rivolgersi alle riciclerie locali.

Gli scontrini e i tovaglioli sporchi non vanno gettati nella carta

Un altro errore molto comune è quello di gettare gli scontrini nella carta: sono scritti su una speciale carta termica e per questa ragione gli scontrini devono essere smaltiti nell’indifferenziata. I componenti, infatti, reagiscono al calore, e compromettono il riciclo del resto dei rifiuti. I tovaglioli di carta sporchi, invece, vanno gettati nella raccolta dell’umido, insieme agli scarti alimentari.

Dove butto l’olio esausto e lampadine?

Una volta usato, l’olio diventa un rifiuto altamente inquinante se disperso nell’ambiente: per questo non deve essere né gettato nell’umido, né nel lavandino, ma va invece raccolto e consegnato in appositi centri di raccolta e riciclerie. Stesso discorso per le lampadine, che non devono essere gettate nel vetro.

Si può riciclare la carta stagnola?

Ebbene sì, la carta d’alluminio è riciclabile, ma bisogna fare attenzione perché il suo smaltimento dipende dalle zone (in alcuni comuni si getta nella plastica, in altri nel vetro e, talvolta, in sacchi appositi per l’alluminio). Importante, così come per i contenitori in Tetra Pak, è rimuovere con cautela qualsiasi residuo di cibo prima di poterli riciclare.

E il polistirolo, dove lo butto?

Il polistirolo va gettato nella plastica! Ma non tutti lo sanno, perché fino a non molti anni fa non era possibile riciclarlo e tanti continuano a gettarlo nel sacco della raccolta indifferenziata.

 

Speriamo di avervi dato dei consigli utili e mi raccomando, gettate responsabilmente.

(Fonte Barilla center)

By |2020-02-23T15:58:59+01:0025 Febbraio, 2020|Blog, l'esperto|0 Commenti

Scrivi un commento